Personale, il Comune di Pizzo incrementa la forza lavoro grazie all'impiego di lavoratori in cassa integrazione o mobilità

Il Comune di Pizzo incrementa la forza lavoro dell’ente grazie a una convenzione stipulata con l’Amministrazione provinciale di Vibo Valentia, che consente di impiegare lavoratori in mobilità o in cassa integrazione da destinare all’ordinaria attività amministrativa.
È quanto comunica l’assessore comunale al Personale Giacinto Maglia, che rende nota l’operatività dell’accordo e il contestuale trasferimento a tempo determinato nell’organico di Palazzo San Giorgio di cinque lavoratori vibonesi rimasti senza occupazione a causa di crisi aziendali.
Selezionati dal Centro per l’impiego, in base a criteri oggettivi relativi ai curricula, all’anzianità e ai carichi familiari, i lavoratori in questione (tre amministrativi e due operai) continueranno a percepire l’indennità di disoccupazione, incrementata da un contributo integrativo fruito proprio in virtù della loro disponibilità a essere impiegati in attività lavorative temporanee. In particolare, i compiti assegnati riguardano mansioni d’ufficio di supporto al personale già in organico, nonché, per i due operai, attività  di manutenzione del patrimonio comunale.
A seguire l’iter che ha condotto alla stipula della convenzione e all’assegnazione di queste nuove unità lavorative al Comune di Pizzo, è stato il consigliere delegato Franco Procopio.
Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Gianluca Callipo, che ha sottolineato i vantaggi reciproci che questo provvedimento comporta.

«Da una parte viene data all’Ente la possibilità di incrementare le risorse umane senza appesantire i propri bilanci - ha spiegato il primo cittadino - e dall’altra si consente a chi fruisce degli ammortizzatori sociali di continuare comunque a lavorare, aumentando leggermente il proprio reddito in un frangente occupazionale molto critico, qual è quello rappresentato dalla cassa integrazione o dalla mobilità».
Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore Maglia, che ha sottolineato le carenze d’organico patite dal Comune. «In questi ultimi anni - ha affermato Maglia - il Comune di Pizzo ha registrato un vero e proprio esodo di lavoratori, a causa di numerosi pensionamenti e trasferimenti, passando da 64 dipendenti ai 40 di oggi. Questa convenzione ci consente di migliorare la situazione complessiva, ma in futuro, appena le normative in materia e le risorse finanziarie lo consentiranno, dovremo rimodulare la pianta organica, adeguandola alle reali esigenze dell’Amministrazione, soprattutto con riferimento ai settori che riguardano la polizia municipale, l’ufficio tecnico e la gestione dei sistemi informatici».

Commenti

Post popolari in questo blog

Pizzo si prepara al Natale, ecco gli eventi che animeranno la città napitina su iniziativa del Comune

Centro storico, la piazza principale di Pizzo cambia aspetto: razionalizzati gli spazi dati in concessione a bar e ristoranti

Nuovi orari di apertura al pubblico degli uffici comunali di Pizzo per rendere più efficiente e celere la risposta dell'ente ai cittadini