Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2016

Sabato a Pizzo l'iniziativa di pulizia delle spiagge promossa da Legambiente, Comune e Istituto omnicomprensivo

Immagine
Un vero e proprio appello a tutti i cittadini, "per difendere e proteggere un bene comune", partecipando all'evento Spiagge pulite, in programma sabato 28 maggio. Il Comune di Pizzo, Legambiente e la scuola media A. Anile, promuovono l'importante iniziativa nell'ambito della campagna nazionale targata Legambiente "Clean up the Med", che anche quest'anno spingerà migliaia di volontari in tutta Italia a pulire spiagge, scogliere e fondali, dando la caccia soprattutto alla plastica, il materiale più inquinante e pericoloso per la fauna marina.
A coordinare l'iniziativa ci sono Fabrizio Anello, assessore comunale all'Ambiente, Franco Saragò, della segreteria regionale di Legambiente, e Raffaello Molè, segretario del Circolo Pd cittadino, che stanno mettendo a punto gli ultimi aspetti organizzativi in vista dell'appuntamento di sabato. Le operazioni di pulizia inizieranno in località Marinella, sulla spiaggia del Blu Moon. Qui, alle ore 9.00, …

Viabilità e ambiente, avviata dal Comune di Pizzo la pulizia del tratto napitino della strada provinciale 522

Immagine
Il Comune di Pizzo ha avviato la pulizia della strada provinciale 522, con il taglio della vegetazione che tende a invadere la carreggiata, ostruendo la visibilità. Un intervento ormai periodico, condotto dall'Amministrazione Callipo lungo il tratto napitino della strada, nonostante non rientri nelle competenze specifiche del Comune. La manutenzione e la pulizia della strada litoranea, infatti, sarebbe compito della Provincia, che però, com'è noto, non ha risorse da destinare a questi lavori. Una situazione che negli ultimi anni ha richiesto l'impegno diretto di Palazzo San Giorgio, che talvolta si è sostituito completamente all'ente sovracomunale nei casi di maggiore urgenza. A coordinare l'intervento è  l'assessore all'Ambiente e alla Viabilità, Fabrizio Anello.   «La primavera inoltrata e le abbondanti precipitazioni delle ultime settimane hanno inevitabilmente favorito la crescita della vegetazione ai lati della strada - ha spiegato Anello -. Da qui la …

Unioni civili, il sindaco di Pizzo contro chi promette di non celebrare matrimoni gay: «Venite da noi, sarà un onore»

Immagine
«Le coppie gay che vogliono suggellare il proprio amore anche dinnanzi alla legge possono venire a Pizzo, per me sarà un onore indossare la fascia tricolore e applicare la nuova normativa in materia di unioni civili».
È un appello carico di significati quello lanciato dal sindaco di Pizzo, Gianluca Callipo, che risponde così indirettamente alle recenti prese di posizione di alcuni primi cittadini, che anche nel Vibonese hanno annunciato la loro intenzione di non voler celebrare mai "matrimoni" tra persone dello stesso sesso, nonostante la recente approvazione della nuova normativa.
«Trovo inconcepibile che nel 2016 si continui a opporre una resistenza ideologica e bigotta a quella che è semplicemente una questione di civiltà - continua Callipo -. Finalmente l'Italia ha fatto quel passo avanti che l'Europa, ma anche semplicemente il buonsenso, ci chiedeva da tempo. Nonostante ciò, c'è ancora chi cerca di ghettizzare gli orientamenti sessuali delle persone, relegand…

Positivo confronto tra Comune e commercianti, ecco tutte le novità in materia di raccolta differenziata e aree di sosta a pagamento

Immagine
Proficuo confronto tra amministratori comunali e alcuni commercianti di Pizzo, in particolare quelli attivi tra piazza della Repubblica e corso San Francesco, che ieri si sono incontrati su iniziativa della stesso sindaco Gianluca Callipo.
Insieme all'assessore all'Ambiente e alla Viabilità, Fabrizio Anello, il primo cittadino ha convocato la riunione con lo scopo di affrontare alcune tematiche ritenute prioritarie, a cominciare dalla raccolta dei rifiuti. Callipo, infatti, ha annunciato l'imminente adozione del nuovo regolamento comunale che renderà obbligatoria la raccolta differenziata da parte degli esercizi commerciali. Ma prima di giungere al varo della nuova disciplina, il Comune ha voluto sollecitare suggerimenti e proposte da parte dei diretti interessati.
«La raccolta differenziata sul nostro territorio - ha spiegato - ha raggiunto un livello di circa il 35 per cento. Ora però serve un salto di qualità che possa incrementare ulteriormente queste percentuali e ciò p…

Lavori pubblici, avvio degli interventi di riqualificazione di via Marconi e via Musolino nell'ambito del Contratto di quartiere

Immagine
Nuova importante tappa nei lavori di riqualificazione urbanistica che stanno interessando il rione Carmine, nell'ambito del Contratto di quartiere. Domani, infatti, verranno avviati i lavori di ripavimentazione in basole di pietra vulcanica della strada che costeggia il Duomo di San Giorgio, via Marconi, e della contigua via Musolino. L'intervento prevede anche il rifacimento delle infrastrutture presenti sotto il manto stradale, a cominciare dalla rete fognaria e da quella per la raccolta delle acque bianche.
A darne notizia sono l'assessore ai Lavori pubblici, Maria Pascale, e il consigliere delegato al Centro storico, Raffaele Pulitano, che comunicano la contestuale chiusura delle strade interessate per consentire l'esecuzione dell'intervento.
«Abbiamo intenzione di fare in fretta, per limitare al minimo i disagi alla circolazione - ha spiegato Pascale -. Entro una ventina di giorni, dunque, i lavori dovrebbero essere completati, aggiungendo così un nuovo importa…

Lavori pubblici, collaudati i locali del nuovo centro di aggregazione giovanile. Callipo: «Un'opera incompiuta che abbiamo recuperato»

Immagine
Collaudati i locali del nuovo centro di aggregazione giovanile di Pizzo. A darne notizia è il sindaco Gianluca Callipo, che oggi, insieme all'assessore ai Lavori pubblici Maria Pascale, ha effettuato un sopralluogo per verificare l'adempimento dell'importante passaggio tecnico.
Situata in località Sant'Antonio, a ridosso di via Nazionale, la struttura era fino a due anni fa una delle opere incompiute più emblematiche della città napitina. La sua costruzione fu avviata nel 2006 e mai completata per una serie di vicende amministrative e burocratiche che determinarono la rescissione del vecchio contratto con la ditta che a suo tempo si aggiudicò i lavori. Con il passare del tempo, l'edificio già parzialmente realizzato (700 metri quadri) e le aree esterne (4mila metri quadri) sono inevitabilmente caduti preda del degrado.
«Per molti anni la struttura è rimasta lì, abbandonata e inutilizzabile, a testimoniare una sconfitta amministrativa che affondava le sue radici nel p…