Cultura, presentata la VII edizione del Premio Liber@mente che verrà assegnato sabato 29 agosto sulle terrazze del Castello Murat

«Ormai, con questa che è la settima edizione, il Premio Liber@mente dovrebbe cominciare a chiamarsi Premio Città di Pizzo».
Così, Sandro Scoppa, presidente della Fondazione "Vincenzo Scoppa”, ha presentato l'edizione 2015 del premio internazionale che promuove i principi del liberalismo classico e, più in generale, il concetto di libertà in tutte le sue accezioni. La cerimonia di consegna del premio Liber@mente si terrà a Pizzo, sabato 29 agosto, con inizio alle ore 22, sulle terrazze del Castello Murat.
L'iniziativa è stata presentata oggi nella sede dell'Amministrazione comunale, che patrocina la manifestazione, alla presenza, oltre che di Scoppa, del sindaco Gianluca Callipo, dell'assessore al Turismo, Giacinto Maglia, del direttore della rivista Liber@mente, Rossella Galati, e dall'artista Angela Fidone, autrice della scultura intitolata "Volo", che verrà consegnata ai vincitori. Presenti, inoltre, Diego Ventura, direttore dell'Orchestra Città di Pizzo, e il direttore d'orchestra Alessandro Maglia.
Come è stato spiegato nel corso della conferenza stampa, il riconoscimento - deciso da una giuria presieduta da Lorenzo Infantino, professore ordinario presso la Luiss di Roma - sarà assegnato quest'anno a Corrado Sforza Fogliani, past president di Confedilizia e attuale presidente del suo centro studi nonché presidente di Assopopolari, a Helio Marcos Coutinho Beltrão, presidente dell’Instituto Mises Brasil, e a Maurizio Carnevali, pittore e scultore.
Nel corso della serata saranno assegnati, inoltre, degli speciali riconoscimenti a Teresa Procopio, sindaco del Comune di San Floro, e all’Associazione Gioacchino Murat Onlus di Pizzo.
La serata sarà condotta da Rossella Galati e Gregorio Calabretta e arricchita dai momenti musicali curati dai fiati dell’Orchestra Città di Pizzo e dal gruppo Gafate.
«Il premio Liber@mente - ha spiegato Scoppa - si propone di sensibilizzare le coscienze sul tema della libertà, che è la precondizione per qualunque ulteriore meta. In questo senso, vengono premiate personalità che si sono distinte nel mondo della cultura, delle arti, dell’editoria, dello spettacolo, dello sport, della politica e delle professioni in genere, ma sempre caratterizzate da questa tensione verso la libertà».
Dal canto loro, il sindaco Callipo e l'assessore Maglia hanno sottolineato l'alta valenza del premio, che contribuisce a dare centralità alla città di Pizzo nelle dinamiche culturali.
«Questa manifestazione rappresenta ormai un appuntamento fisso per Pizzo, che si rinnova ogni estate - ha concluso Callipo -. Siamo orgogliosi di poter ospitare un'iniziativa di tale spessore, perché consolida la vocazione turisto-culturale della città, offrendo un'ulteriore opportunità di promuovere all'esterno l'immagine del nostro territorio».

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti