Centro storico, la piazza principale di Pizzo cambia aspetto: razionalizzati gli spazi dati in concessione a bar e ristoranti

Le nuove strutture di perimetrazione in piazza
Per Pizzo è una svolta epocale, che sta letteralmente cambiando l’aspetto e la fruizione di Piazza della Repubblica, unanimemente considerato uno dei luoghi più suggestivi e famosi della Calabria.
Sta prendendo forma in questi giorni la nuova organizzazione degli spazi pubblici dati in concessione agli esercizi commerciali, in particolare bar e ristoranti che hanno tavolini all’aperto. Sono gli effetti del nuovo regolamento Cosap, recentemente varato dal Consiglio comunale, frutto del proficuo confronto tra Comune e commercianti, coordinato dal consigliere delegato al Centro storico, Raffaele Pulitano, e dal sindaco Gianluca Callipo, che negli ultimi mesi hanno mediato con successo tra le esigenze degli esercenti e quelle dell'Amministrazione, intenzionata a mettere ordine nel settore per incrementare il decoro urbano ed eliminare ogni forma di sperequazione.
Uno dei tasti dolenti legati alla fruizione della piazza principale, infatti, è sempre stato il disordinato utilizzo degli spazi pubblici: arredi diversi e poco consoni a un luogo così caratteristico, sconfinamenti dai settori assegnati ai singoli esercizi e difficoltà di transito per i pedoni. Problemi annosi che l’Amministrazione comunale ha deciso di risolvere una volta per tutte imponendo strutture fisse di perimetrazione degli spazi dati in concessione, realizzate in pannelli di vetro e fioriere in ferro battuto color antracite. Le strutture, realizzate da un’azienda napitina, sono in fase di istallazione proprio in questi giorni e stanno già radicalmente cambiando il colpo d’occhio per turisti e residenti. La disposizione più razionale e ordinata dei tavolini all’aperto, infatti, incrementa la fruizione della piazza da parte dei turisti, evita occupazioni abusive e migliora notevolmente il decoro urbano. A tutto ciò contribuirà anche l’uniformità degli arredi esterni, che in futuro dovranno essere conformi al nuovo disciplinare Cosap, senza più la possibilità di utilizzare, ad esempio, sedie, tavoli e ombrelloni da giardino.
Importante sottolineare, poi, che i costi per l'acquisto e l'istallazione delle strutture di perimetrazione sono compensabili con il canone di concessione dovuto al Comune per l’occupazione di suolo pubblico, consentendo così agli esercenti di scontare il 75 per cento delle spese sostenute.
Oltre alla posa delle strutture che delimitano gli spazi in concessione, la fruizione della piazza centrale è stata ulteriormente migliorata anche grazie all’istallazione di nuova segnaletica pedonale, panchine e cestini dei rifiuti
«È bello vedere Piazza della Repubblica che giorno dopo giorno cambia aspetto in meglio - ha commentato il sindaco Callipo -. Riqualificare il centro storico e valorizzare le nostre risorse paesaggistiche è uno degli obiettivi prioritari di questa Amministrazione. Essere finalmente riusciti a voltare pagina, razionalizzando l’utilizzo degli spazi in concessione, è motivo di grande orgoglio, soprattutto se si pensa che questi importanti cambiamenti sono stati realizzati grazie al confronto con i commercianti».
Aspetto, quello relativo alla proficua collaborazione con gli esercenti, rimarcato anche dal consigliere Pulitano: «La nuova piazza è frutto del dialogo che si è istaurato con i titolari di bar e ristoranti, che hanno dato prova di grande maturità comprendendo appieno le ragioni del Comune e la necessità di una riqualificazione che esprimerà effetti positivi su tutta la città, a cominciare proprio da quelle attività che si svolgono nel cuore del nostro centro storico».

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti