La primavera di Pizzo: i bambini chiedono all'artista La Gamba di poterlo aiutare e iniziano a dipingere i murales della nuova piazza

«È successa una cosa bellissima oggi, una di quelle piccole grandi cose che ti fanno amare il lavoro che fai e ti convincono che Pizzo è davvero sulla strada della sua rinascita, nonostante i soliti noti, sempre pronti a giudicare senza però mai muovere un dito per la propria città».
Maurizio Gaudente, l'architetto che ha curato il progetto di riqualificazione di piazzetta Zuppone Strani, nel quartiere San Sebastiano, racconta quanto accaduto questa mattina, mentre insieme all'artista Antonio La Gamba ed alcuni operai del Comune si apprestava a completare e rifinire i disegni destinati ad abbellire l'emiciclo.
«Quando siamo arrivati di buonora la piazzetta era ancora vuota e abbiamo cominciato a organizzare il lavoro da svolgere - riferisce Gaudente -. In breve tempo, però, grazie anche alla splendida giornata di sole, la piazza si è animata e decine di bambini, accompagnati da genitori e nonni, hanno cominciato a giocare e rincorrersi. Già questo colpo d'occhio sarebbe bastato a gratificare l'impegno del Comune per riqualificare questo luogo. All'improvviso, alcuni bambini più intraprendenti si sono avvicinati al Maestro La Gamba che stava realizzando i murales previsti dal progetto e hanno chiesto di poterlo aiutare. Ovviamente abbiamo accettato e ben presto ogni bambino presente aveva un pennello in mano con il quale ha cominciato a colorare le figure tracciate sulle caselle del gioco dell'oca, che occupa una parte della piazza. È stato davvero entusiasmante vederli realizzare i disegni previsti, seguendo con scrupolosità le indicazioni che venivano date loro. Un modo concreto di vivere la città come se fosse casa propria, che certamente lascerà una traccia importante in chi ha partecipato».

Le foto realizzate nel corso della mattinata per testimoniare quanto accaduto parlano chiaro. Decine di bambini hanno preso parte a questa sessione improvvisata di street art, trascorrendo l'intera mattinata a rendere ancora più accogliente la piazza recentemente recuperata dall'amministrazione Callipo, dopo che per 7 anni è rimasta recitata e inaccessibile.
Lavori finanziati con fondi comunali per circa 70mila euro, che hanno consentito non solo di ripristinare la piena fruibilità di questo importante spazio pubblico, ma anche di intervenire sulle infrastrutture fognarie, eliminando così i disagi che puntualmente si verificavano in caso di forti piogge.
Il Comune, infatti, prima di intervenire sulla pavimentazione e sugli arredi urbani, ha realizzato nuove condotte per la raccolta delle acque bianche e per l'ampliamento della rete fognaria, che a ogni precipitazione più intensa del solito finiva per tracimare causando allagamenti e problemi di ogni sorta ai residenti della zona.












Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti