Con numerosi interventi di pulizia e manutenzione la città di Pizzo si prepara ad accogliere visitatori e turisti per la Pasqua

Pizzo si fa bella in vista della Pasqua e si prepara ad accogliere visitatori e turisti che in questo periodo dell'anno ricominciano a frequentare con assiduità la città napitina.
Numerosi gli interventi programmati dall'assessorato all'Ambiente, guidato da Fabrizio Anello, che nelle ultime due settimane ha monitorato costantemente i luoghi dove è previsto il maggiore afflusso.
Si è cominciato dalla Marina, dove la domenica di Pasqua si terrà la tradizionale celebrazione dell'Affrontata. Per l'occasione, il grande parcheggio a ridosso della scogliera frangiflutti è stato reso pienamente agibile, spianando l'area di sosta ed eliminando i numerosi detriti trascinati dalle mareggiate degli ultimi giorni. L'ondata di maltempo che ha flagellato il Vibonese, causando numerosi danni in molti centri della provincia, non ha provocato particolari disagi a Pizzo, dove ha funzionato alla perfezione la nuova rete di condutture per la raccolta e lo smistamento delle acque bianche. In passato, infatti, in caso di forti precipitazioni, l'acqua piovana proveniente dalla parte alta della città finiva nei condotti fognari, determinando un aumento esponenziale del carico sopportabile dalla rete, con l'inevitabile fuoriuscita di liquami che finivano per allagare la Marina, riversandosi sul piazzale e sulla spiaggia. Oggi questo grave problema è stato risolto, grazie alla nuova rete di condutture per la raccolta delle acque bianche, realizzata meno di un anno fa dall'Amministrazione Callipo.
«I nubifragi dei giorni scorsi - ha spiegato Anello - hanno rappresentato un importante banco di prova per la nuova infrastruttura, che ha superato il test a pieni voti, evitando gli allagamenti e, soprattutto, impedendo che i liquami fognari fuoriuscissero. L'unico problema è stato causato dalla mareggiata che ha portato sulla spiaggia della Marina numerosi detriti, in particolare canne e tronchi, ma stiamo già intervenendo per pulire l'arenile. In questo modo, se il tempo lo consentirà, la spiaggia sarà pienamente fruibile durante i giorni di Pasqua».
Pulizia di primavera anche per la parte alta del centro storico, dove l'assessorato all'Ambiente ha predisposto e realizzato interventi con la macchina spazzatrice e getti d'acqua ad alta pressione per pulire al meglio alcune strade recentemente riqualificate attraverso il rifacimento della pavimentazione in pietra lavica. In particolare, sono stati eliminati i residui di materiale edile e la polvere che si è accumulata durante i lavori che hanno interessato via Bardari ed i vicoli limitrofi. Nell'occasione, è stata accuratamente pulita anche la Fontana vecchia, dove - grazie ai getti ad alta pressione - sono stati rimossi muschi e alghe che si erano accumulati sull'antica struttura, che a memoria non era mai stata mai oggetto di un intervento di questo tipo.
Infine, è stato effettuato una sopralluogo per verificare lo stato della pineta Colamaio, una delle mete più gettonate soprattutto per le gite fuoriporta di Pasquetta. L'ispezione ha escluso la necessità di un ulteriore intervento straordinario di pulizia dopo quello effettuato recentemente in occasione di una gara podistica. Come ogni anno, comunque, il Comune ha già predisposto le operazioni di pulizia che verranno effettuate dopo le ricorrenze pasquali, per conservare la piena fruibilità di questo polmone verde, molto utilizzato da chi pratica attività sportiva all'aperto.

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti