Avvicendamento ai vertici dirigenziali del Comune, il segretario generale Scuglia va a Locri: «Grazie Pizzo, bello aver lavorato qui»

Domenico Libero Scuglia
Avvicendamento ai vertici dirigenziali del Comune di Pizzo, dove l'attuale segretario generale, Domenico Libero Scuglia, saluta i dipendenti dell'Amministrazione ed i cittadini, in vista del suo nuovo incarico alla guida della segreteria generale del Comune di Locri, dove si insedierà ufficialmente sabato 1° febbraio. Al suo posto subentrerà Adriana Avventura.
Scuglia, 46 anni, laureato in Giurisprudenza con specializzazione in Diritto Amministrativo, lascia così l'ente napitino, dove ha rivestito la carica di segretario generale prima dal 2002 al 2007 e poi dal 2011 a oggi. Vincitore del concorso a segretario generale nel 2000, a soli 32 anni, Scuglia ha ricoperto incarichi anche nei nuclei di valutazione e controllo strategico del Consiglio regionale della Calabria e di diversi Comuni.
Nella lettera di saluto che ha scritto per accomiatarsi, non nasconde la propria emozione e ringrazia tutte le persone con le quali ha collaborato, dagli amministratori ai dipendenti, ma anche la città di Pizzo nel suo complesso.
«Senza di voi tutti, a prescindere dal ruolo e dalle occasioni di incontro - scrive Scuglia -, oggi non mi troverei di fronte a una nuova sfida professionale e a questo nuovo traguardo. Le manifestazioni di affetto e di simpatia ricevute in queste ore mi hanno profondamente colpito. Sono rammaricato per non essermi accorto, da grigio burocrate, preso dal “lavoro usato” e dalle “carte sterminate”, del calore che mi ha circondato in questi anni. Ritengo di aver contratto un debito nei vostri confronti che mi auguro di poter onorare nel prosieguo di questa mia esistenza. Giunga, pertanto, a ognuno di voi il mio abbraccio e la mia stretta di mano, a testimonianza di un’amicizia e di una stima che difficilmente il tempo riuscirà a scalfire».
Parole che rivelano un forte coinvolgimento emotivo, prima ancora che professionale, che si riverbera sull'intera comunità napitina.
Scrive, infatti, Scuglia: «Il mio è un ringraziamento non di maniera, né formale, che rivolgo all'intera comunità di Pizzo, nella quale ho vissuto anni importanti della mia vita. Di certo, in una cornice come quella della Città di Pizzo, è facile appassionarsi a progetti e attività, impegnarsi per la realizzazione di piani e programmi. Grazie, quindi, per avermi consentito di affrontare ogni giorno il mio lavoro con la consapevolezza e l'entusiasmo di chi sa di mettere mano su un oggetto prezioso, con l'orgoglio di aver contribuito, seppure per una piccola parte, a conservare e valorizzare un patrimonio di straordinaria importanza per tutti».
In vista del nuovo incarico, gli sono giunti gli auguri di buon lavoro da parte del sindaco Gianluca Callipo, che lo ha ringraziato per la qualità dell'attività svolta a Pizzo in questi anni e per il contributo professionale che ha dato alla crescita della città.

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti