Anziani, al via a Pizzo il progetto GinnastichiAmo: corsi gratuiti di educazione motoria per super-adulti che vogliono restare in forma

I "superadulti" di GinnastichiAmo a Viterbo
«Non la solita ginnastica. E neppure le solite attività di socializzazione per anziani. Ma un vero e proprio programma scientifico finalizzato al complessivo benessere psicofisico delle persone che parteciperanno». Così il sindaco Gianluca Callipo ha annunciato l'imminente avvio a Pizzo del progetto GinnastichiAmo, promosso su tutto il territorio italiano dall'Accademia nazionale della cultura sportiva (Ancs), presieduta dal docente universitario Michele Panzarino, che insegna Fitness degli anziani all'Università Tor Vergata di Roma e all’Università telematica San Raffaele. L'associazione, che già conta 54 sedi dislocate lungo lo Stivale, ha scelto Pizzo per promuovere anche in Calabria la sua iniziativa, grazie alla collaborazione che si è istaurata con l'Amministrazione comunale, che finanzierà i corsi ad accesso gratuito per le persone dai 55 anni di età in su. Fulcro del programma, al quale sarà possibile iscriversi martedì 7 febbraio (aula consiliare, dalle 9 alle 11), sono due sessioni settimanali di attività ginnica che, soprattutto durante il periodo invernale, si terranno nella palestra della scuola media.
«Gli iscritti faranno di tutto, tranne la ginnastica posturale», ci tiene a precisare il professore Panzarino, quasi a voler prendere le distanze da un approccio stereotipato e noioso che spesso contraddistingue questo tipo di attività fisica.
«Lo sport principale che verrà praticato sarà lo Skymano - spiega il docente -, una nuova disciplina sportiva, per certi versi simile alla pallamano, pensata su misura per quelli che ci piace definire "super-adulti". Ma le attività ginniche saranno molteplici, tutte finalizzate a far acquisire maggiore sicurezza, autonomia e benessere fisico».
«Il progetto - spiega l'assessore alle Politiche sociali, Cristina Mazzei - prevede anche attività all'aperto ed escursioni per consentire a chi è più in là con gli anni di riscoprire il territorio, passare in maniera gratificante e stimolante il proprio tempo libero, ma soprattutto continuare a sentirsi a pieno titolo parte integrante della propria comunità».
L'iniziativa viene realizzata nell'ambito di un articolato progetto di ricerca condotto dall'Ancs da alcuni anni, che al momento vede coinvolti migliaia di anziani su tutto il territorio nazionale. A questi si aggiungeranno ora circa 60 anziani di Pizzo, che saranno divisi in due gruppi da 30 sulla base di una valutazione preliminare di efficienza fisica. A seguirli, coordinando le attività che verranno svolte, sarà Anna Pintimalli, esperta in scienze motorie. Con cadenza semestrale, i partecipanti verranno sottoposti a test psicoattitudinali e i dati raccolti, oltre a monitorare i progressi conseguiti dai singoli iscritti, contribuiranno alla ricerca scientifica in atto.
«Si tratta di un'iniziativa sulla quale puntiamo molto - ha ribadito con soddisfazione Callipo -, perché può contribuire in maniera concreta al benessere di molte persone, senza alcuna spesa per loro. Se la nostra città può vantare l'adesione a questo progetto, non è certo un caso, ma perché si sono create le condizioni affinché ciò avvenisse. D'altronde, è già da qualche anno che l'associazione promotrice ha scelto Pizzo per tenere, nell'ambito della sua attività di ricerca, raduni e convention alle quali hanno partecipato centinaia di anziani e di esperti».
Da sottolineare, infine, anche le finalità occupazionali, visto il coinvolgimento a livello locale di operatori qualificati.

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti