Turismo, il Consiglio comunale approva la variante al Piano regolatore per la realizzazione di un hotel in località Savelli

Il Consiglio comunale approva la variante al Piano regolatore che permette la realizzazione di un hotel in zona Savelli, opera che consentirà di riqualificare un'area attualmente abbandonata.
«Sono soddisfatto che il Consiglio comunale abbia dato il via libera per la realizzazione di un albergo in zona Savelli, in particolare nell’area in cui si trovava un tempo il Lido Isidoro - ha commentato il sindaco di Pizzo, Gianluca Callipo -. Questa zona è oggi ricettacolo di sporcizia e degrado, pur trovandosi in un tratto di costa che è tra i più belli e frequentati della città. La mia Amministrazione, rispettando gli impegni presi con i cittadini, ha fermato quel processo di cementificazione selvaggia che aveva portato negli anni precedenti alla realizzazione di case e palazzi in ogni dove. L'unica eccezione che abbiamo ammesso è la realizzazione degli edifici destinati ad alloggi popolari che con orgoglio stiamo realizzando sia in zona Sant’Antonio che in zona Pietà mediante la demolizione e ricostruzione di due palazzi. Allo stesso tempo, però, crediamo che vada incentivato qualunque investimento turistico-produttivo nella nostra città, ancora di più in anni in cui non è facile trovare imprenditori che vogliano investire. In poche parole, se abbiamo detto basta alle speculazioni immobiliari non significa che siamo contro progetti di investimento nel settore turistico che possano migliorare Pizzo e creare nuove opportunità, così come sta avvenendo anche con le tante ristrutturazioni di vecchi edifici che nel centro storico si stanno trasformando in alberghi e B&B».
Il primo cittadino ha poi sottolineato le ricadute occupazionali e l'impatto positivo che il progetto avrà con riguardo all'affluenza dei turisti nel centro storico.
«La nuova struttura, che si svilupperà soltanto su due piani, permetterà la creazione di circa 30 posti di lavoro e incrementerà le presenze turistiche in città, trovandosi molto più vicina al centro storico di quanto non lo siano i villaggi di Colamaio - ha affermato -. Inoltre, permetterà di riqualificare un’intera area oggi abbandonata. La società proponente, infatti, oltre a realizzare l’intervento nella sua proprietà, ha assunto l’obbligo, mediante apposita convenzione, di riqualificare la zona comunale situata di fronte (oggi in terra battuta), realizzando un’adeguata area parcheggi e una passeggiata analoga a quella recentemente realizzata alla Marinella, completa di arredo urbano e altre opere di urbanizzazione».

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti