Scuola materna, una settimana di stop al servizio mensa per consentire il passaggio di consegne con la nuova ditta

Il servizio di mensa della scuola materna di Pizzo subirà una settimana di stop, per consentire il passaggio di consegne tra la vecchia ditta e la nuova società che si è aggiudicata il servizio. A darne notizia è l'assessore comunale alle Politiche sociali Cristina Mazzei, che spiega i motivi della breve interruzione.
«Purtroppo esistono delle esigenze d'ufficio che impongono questo stop - afferma Mazzei -. Abbiamo chiesto alla ditta uscente di continuare a fornire i pasti in attesa che si perfezionasse il passaggio burocratico, ma - legittimamente - l'invito è stato declinato. Si tratta comunque soltanto di una settimana d'attesa e da lunedì 4 novembre il servizio dovrebbe tornare a regime».
La refezione scolastica ha rappresentato sin dall'inizio una priorità per l'Amministrazione Callipo, che quest'anno era riuscita ad attivarla con largo anticipo rispetto agli anni scorsi, ripristinando il vecchio prezzo del ticket, pari a 2 euro.
Proprio al fine di favorire una più celere riattivazione, in queste prime settimane i pasti sono stati forniti dalla ditta uscente, in attesa che il 22 ottobre scorso si completasse la procedura di gara pubblica per l'assegnazione del servizio. Una scelta, quella di ricorrere a un bando pubblico, nella quale il Comune ripone molte aspettative, al fine di superare le criticità che negli ultimi anni hanno caratterizzato la refezione scolastica. Ad aggiudicarsi la gara è stata un'impresa di Catanzaro, specializzata nell'attività di catering e, dunque, in grado di offrire precise garanzie in termini di qualità e tempistica.
Da sottolineare, inoltre, che durante la fase commissariale, antecedente all'insediamento dell'attuale amministrazione nel maggio del 2012, il servizio mensa subì una lunga interruzione a causa della mancanza di fondi, per poi riprendere ma con un ticket di 3,60 euro a pasto, che gravava interamente sulle famiglie dei bambini.
«Essere riusciti a ripristinare la refezione scolastica, riportando il prezzo del ticket a 2 euro, rappresenta già un grande successo - ha concluso l'assessore Mazzei -. Ora, con l'affidamento alla nuova ditta, puntiamo a migliorare ulteriormente il risultato, assicurando continuità e qualità».

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti