Politiche sociali, lunedì 14 ottobre riprende il servizio mensa alla scuola materna di Pizzo. Mazzei: «Ticket scaccia-crisi a 2 euro»

Lunedì prossimo, 14 ottobre, in anticipo di quasi un mese rispetto allo scorso anno, sarà riattivato il servizio mensa per gli alunni della scuola materna di Pizzo. A comunicarlo è l'assessore alle Politiche sociali, Cristina Mazzei, che sottolinea anche il mantenimento del vecchio prezzo del ticket, pari a 2 euro.
«Nonostante Provincia e Regione non contribuiscano più alle spese che il Comune deve affrontare per assicurare il servizio - spiega Mazzei - siamo riusciti a non aumentare il costo a carico delle famiglie napitine. Una scelta più onerosa per l'Amministrazione, ma che risponde al preciso intento di non gravare sui bilanci familiari, già messi a dura prova dalla crisi, salvaguardando così la massima fruibilità della mensa».
Per le prime settimane, al fine di favorire una più celere riattivazione, i pasti saranno forniti dalla stessa ditta che se ne occupò lo scorso anno, ma contestualmente il Comune ha emanato il bando che, entro il 22 ottobre, consentirà di assegnare il servizio attraverso gara pubblica.
Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Gianluca Callipo, che ha messo in evidenza gli sforzi fatti negli ultimi due anni per assicurare la continuità della mensa e per ripristinare i vecchi prezzi.
Durante la fase commissariale, antecedente all'insediamento dell'attuale amministrazione nel maggio del 2012, il servizio mensa subì una lunga interruzione a causa della mancanza di fondi, per poi riprendere ma con un ticket di 3,60 euro a pasto, che gravava interamente sulle famiglie dei bambini.


«Una situazione di grande disagio - ricorda Callipo - che determinò vibranti proteste da parte dei genitori degli alunni nei confronti della gestione commissariale, costretta però ad adottare questa soluzione a causa dei debiti che gravavano su Palazzo San Giorgio. In quel periodo, assumemmo l'impegno di ripristinare il vecchio ticket di 2 euro una volta alla guida del Comune. Promessa che abbiamo mantenuto e che intendiamo onorare anche quest'anno. Le penuria di risorse persiste, ma in questi mesi i conti del Comune sono stati messi in sicurezza e questo ci consente di operare con maggiore serenità ed efficacia».

Commenti

Post popolari in questo blog

Carta d'identità elettronica, già operativo il rilascio per i cittadini di Pizzo che ne faranno richiesta

Al via la realizzazione nella Tonnara di uno spazio per i nomadi digitali e per il coworking

Finanze locali, il Comune di Pizzo all'avanguardia in Calabria diviene un esempio da seguire per centinaia di amministrazioni