Turismo, il Pizzo Folk Festival chiude il programma degli eventi di agosto ma l'estate napitina non finisce e riserva altre sorprese

Un grande evento musicale chiuderà gli appuntamenti agostani del cartellone napitino. Sabato 31 agosto, infatti, la Marina ospiterà la IV edizione del Pizzo Folk Festival, kermesse di canti e balli tipici della tradizione del Sud Italia, ideata dall'associazione Radici e patrocinata dall'Amministrazione Callipo.
«La manifestazione - spiegano gli organizzatori - nasce dalla collaborazione di alcuni giovani pizzitani uniti dalla voglia di perseguire un duplice obiettivo: riscoprire e diffondere le antiche tradizioni popolari e la storia dell’Italia meridionale, promuovendo nel contempo i principi della legalità e della lotta contro le mafie».
Tematiche sulle quali l'associazione Radici è molto impegnata, come dimostrano gli esiti artistici e culturali di un altro suo evento che ha riscosso anche quest'anno grande successo, il Mura Mura Festival, la rassegna di street art che dal 27 luglio al 9 agosto scorso ha animato il centro storico di Pizzo con musica dal vivo e performance artistiche che hanno lasciato lasciando il proprio segno su numerosi edifici cittadini. Allo stesso messaggio di legalità e valorizzazione dei luoghi del cuore si ispira il Pizzo Folk Festival, alla cui organizzazione hanno partecipato attivamente il Comune e le associazioni Briganti e Insorgenza civile. Due i gruppi che si esibiranno sabato sera (inizio ore 22), i Rione Junno e gli Officina Zoè, che coinvolgeranno il pubblico con le atmosfere e il ritmo incalzante della musica popolare.
Nonostante l'evento in programma chiuda le iniziative previste per agosto, non esaurisce il cartellone dell'estate napitina allestito da Palazzo San Giorgio. Altri importanti manifestazioni sono già fissate nei prossimi due mesi. In particolare, il 14 e il 15 settembre, nel quartiere Pietà, si terranno i festeggiamenti in onore della Madonna, con i concerti di Paolo Meneguzzi e dei Los Locos. Alla Tonnara, in tre diverse date - 20 e 27 settembre, 4 ottobre - si articolerà invece il Festival di musica da camera Corrado Rollero, che già nel 2012 suscitò grande interesse e unanimi apprezzamenti tra gli appassionati di musica classica.
Infine, a cura dell'associazione Murat, il 13 ottobre sarà allestita la rievocazione storica in costume degli ultimi giorni del giovane re di Napoli, che a Pizzo, nel 1815, fu catturato, imprigionato e ucciso.

«Oltre al mare di settembre, che quest'anno è anche più bello e cristallino, ci sono ancora tanti motivi per venire nella nostra città - ha commentato l'assessore comunale al Turismo, Giacinto Maglia -. I tanti eventi ancora in programma, nonostante il clou della stagione estiva sia alle spalle, testimoniano la volontà del Comune di valorizzare al massimo la capacità attrattiva di Pizzo, anche in un momento dell'anno che solitamente vede un graduale spopolamento delle località turistiche. A Pizzo, invece, l'estate continua, all'insegna della cultura, della musica e del divertimento».


Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti