Al via l'abbattimento di un fabbricato situato sulla spiaggia della Marinella di Pizzo in area demaniale ed a pochi metri dalla riva

L'immobile che sarà abbattuto
Dopo una complessa attività giudiziaria e amministrativa durante la quale l’Autorità giudiziaria di Vibo Valentia e tutti gli Enti coinvolti hanno tempestivamente promosso le iniziative ritenute necessarie, venerdì 3 maggio, alle ore 13, a Pizzo, in località la Fornace della Marinella, si procederà alla demolizione di un vecchio fabbricato situato su area demaniale, in prossimità del bagnasciuga.
Nell'occasione, saranno presenti il Prefetto di Vibo Valentia, il Presidente del Tribunale di Vibo Valentia, il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Vibo Valentia, il Sindaco di Pizzo, il Questore di Vibo Valentia, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza e il Comandante della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia.
Si giunge, in tal modo, alla conclusione di una vicenda che rappresenta un ulteriore passo verso l’attuazione dei principi di legalità, restituendo alla fruibilità della comunità una parte di spiaggia e valorizzando un bene demaniale. Un epilogo al quale si è arrivati grazie all'attività svolta dal tavolo tecnico istituito in Prefettura, su impulso della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia e del Comune di Pizzo.
«Grazie all’intervento di S.E. il Prefetto Michele Di Bari – afferma il sindaco della città napitina, Gianluca Callipo – è stato possibile chiarire le diverse competenze di tutti i soggetti coinvolti e arrivare così alla definizione amministrativa della vicenda, conclusasi con l’emissione dell’ordinanza di demolizione. Quest’ultima, non essendo stata ottemperata dai proprietari del fabbricato, sarà eseguita d’ufficio dal Comune di Pizzo, che anticiperà la somma necessaria, pari a oltre 60mila euro».

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti