Ambiente e turismo, Pizzo si prara ad accogliere i visitatori di Pasqua puntando a un nuovo record di presenze nel weekend

Pulzia della villetta di via Nazionale
Pizzo si prepara ad accogliere visitatori e turisti che il prossimo fine settimana, in occasione delle festività pasquali, affolleranno la città napitina. In prima linea c'è l'assessorato all'Ambiente, guidato dal vice sindaco Fabrizio Anello, che in queste ultime settimane ha predisposto numerosi interventi focalizzati principalmente sulle aree verdi e sui percorsi pedonali. Gli operai incaricati dal Comune sono già intervenuti per il taglio dell'erba e la pulizia della villetta su Via Nazionale, facendo particolare attenzione a non danneggiare i nuovi arbusti di lavanda piantati recentemente dall'associazione La voce del silenzio nell'ambito del progetto di rieducazione al bello Un sasso nello stagno.
Pulizie di primavera pure per i giardinetti Ficarazza, nel centro storico, mentre nel corso di questa settimana si interverrà nella Villa comunale, al fine di renderla pienamente fruibile nel fine settimana.
Eliminazione delle erbacce anche in località la Pietà, dove sono stati ripuliti i terrapieni e le aiuole in prossimità dei marciapiedi.
Particolarmente impegnativo, poi, è l'intervento avviato alla Seggiola e ormai in fase di completamento. Qui il Comune ha previsto la radicale pulizia delle aree del costone che fiancheggiano la discesa che da piazza della Repubblica conduce sino al borgo marinaro, strada recentemente riqualificata attraverso il rifacimento delle infrastrutture di rete (condutture fognarie, acque bianche e illuminazione) e la completa ripavimentazione con basole in pietra lavica e arenaria, che hanno sostituito il vecchio manto stradale rattoppato in più punti. La suggestiva discesa, che già in passato, nonostante le condizioni fatiscenti, attirava l'attenzione dei turisti, promette di diventare ora uno dei percorsi più battuti dai visitatori di Pizzo.
Operai del Comune ed operatori ecologici in azione anche alla Marina per la potatura degli alberi e la pulizia del costone, nonché nella pineta di Colamaio, che rappresenta una delle mete preferite per la classica scampagnata di Pasquetta.
All'invasione di turisti e visitatori che solitamente scelgono la città napitina per le prime gite di primavera, si stanno preparando anche i due principali siti museali della città, Castello Murat e Chiesetta di Piedigrotta, dove la cooperativa che gestisce i servizi di custodia e accoglienza turistica, la Kairos, sta mettendo a punto gli ultimi accorgimenti in vista del lungo weedend festivo. Intanto, però, sono già numerosissime le scolaresche che nelle ultime settimane hanno scelto questi due luoghi simbolo di Pizzo per le proprie gite di studio. L'obiettivo è battere il record di presenze dello scorso, quando in appena due giorni, Pasqua e Pasquetta, furono circa 2200 i visitatori paganti che scelsero Castello e Chiesetta.
«Lo scorso anno fu tutta la città a riscontrare flussi straordinari di turisti - ricorda il sindaco Gianluca Callipo -, con ristoranti, bar e strutture alberghiere che fecero registrare il tutto esaurito durante le festività pasquali. Se il tempo ci dà una mano, sono certo che anche questa volta Pizzo sarà tra le mete più gettonate in Calabria, grazie anche al suo bellissimo centro storico che ha ritrovato lo splendore originario in seguito ai massicci interventi di riqualificazione che sono stati realizzati dal Comune negli ultimi tre anni».

Potatura degli alberi alla Marina















Pulizia del costone alla Marina



















Pulizie in località Pietà



















Giardinetti Ficarazza




















Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti