Lavori pubblici, dalla riunione con il presidente della Regione arriva un'accelerazione per gli interventi contro l'erosione costiera a Pizzo

La conferma di tre grandi interventi per mitigare l'erosione costiera a Pizzo e risolvere le problematiche maggiori. È questo l'ottimo risultato conseguito dalla delegazione del Comune che ieri ha partecipato alla riunione operativa con il presidente della Regione, Mario Oliverio. L'incontro, focalizzato sugli interventi contro il fenomeno dell'erosione lungo la costa vibonese, ha visto la partecipazione di numerosi sindaci, del consigliere regionale Michele Mirabello e dei rappresenti di categoria degli esercenti balneari e degli albergatori.
A rappresentare l'Amministrazione di Pizzo c'erano il sindaco Gianluca Callipo e il consigliere comunale Raffaele Pulitano, che hanno esposto con puntualità le maggiori criticità causate dal moto ondoso in alcuni punti specifici del litorale napitino.
Il tavolo operativo ha dunque deciso di premere sull'acceleratore per l'attuazione di tre interventi, già finanziati. In particolare, è stato deciso di procedere al consolidamento e all'ampliamento della scogliera frangiflutti che dal pontile della Marina si sviluppa sino alla spiaggia della Seggiola. L'intervento, che sarà attuato dall'Autorità di bacino regionale (Abr) per un finanziamento complessivo di 800mila euro, è già in fase di aggiudicazione e i lavori potranno iniziare dopo l'estate.
«L'obiettivo - ha spiegato Callipo - non è soltanto quello di mitigare l'erosione costiera, ma anche di creare le condizioni di sicurezza che possano consentire la riqualificazione del litorale in prossimità della grotta azzurra. La nostra idea, infatti, è quella di realizzare una prosecuzione del lungomare che dalla Marina conduca sino alla spiaggia della Seggiola, recuperando e riqualificando questo tratto di costa. Il rafforzamento della scogliera esterna è il primo passo nella direzione di questo progetto che, una volta realizzato, consentirà di creare un anello pedonale continuo intorno a tutto il centro storico».
Il secondo intervento programmato nella riunione alla Regione, riguarda invece la realizzazione di alcune barriere soffolte in località Marinella, al fine di tutelare alcuni tratti molto colpiti negli ultimi anni dall'erosione. I lavori, finanziati nell'ambito del masterplan regionale per la difesa delle coste, potranno iniziare nel 2018, una volta esperite tutte le attività propedeutiche alla realizzazione del progetto, che comunque sono state già avviate, con il coinvolgimento dei numerosi soggetti pubblici che hanno competenza sulla questione.
Infine, è stato confermato l'intervento che interessa il tratto di costa in località Stazione. I fondi, circa 700mila euro, sono già nella disponibilità del Comune e si sta provvedendo a riappaltare i lavori dopo il fallimento dell'impresa che in prima battuta si era aggiudicata la realizzazione.
«Si tratta di un risultato importante per la nostra città - ha concluso Callipo -. Voglio dunque ringraziare il presidente Oliverio e il consigliere Mirabello per l'attenzione che hanno dimostrato verso il territorio napitino».

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti