Trasporti pubblici, il Comune di Pizzo si appresta ad attivare il servizio di bus gratuiti che copriranno l'intero territorio per 2 mesi

Due mesi di servizio gratuito, orari prolungati sino a notte fonda e molte fermate per consentire a turisti e residenti una maggiore mobilità. Il Comune di Pizzo si appresta a varare per il secondo anno consecutivo il servizio di trasporto pubblico destinato a migliorare la fruibilità del territorio e a decongestionare il traffico privato, offrendo contestualmente ai turisti che soggiornano più lontano l'opportunità di raggiungere il centro storico.
A darne notizia è il sindaco Gianluca Callipo, che ha annunciato l'imminente avvio del servizio, che sarà attivo per due mesi a partire dall'11 luglio prossimo.
«Un periodo di tempo doppio rispetto allo scorso anno, quando iniziò ad agosto - spiega il primo cittadino -, a conferma dell'attenzione che l'Amministrazione comunale sta riservando alle soluzioni destinate a migliorare la vivibilità di Pizzo, valorizzando le potenzialità turistiche del territorio».
I fondi necessari alla realizzazione del progetto derivano dal gettito della tassa di soggiorno, divenuta ormai una voce importante del bilancio comunale grazie all'esponenziale aumento dei flussi turisti che si sono registrati negli ultimi tre anni.
Il servizio di navetta, realizzato con due bus, avrà il capolinea in prossimità del parco commerciale L'Aquilone. Da qui, un pullman partirà in direzione della stazione ferroviaria, raggiungendo come ultima tappa il quartiere Ina Casa, sulla provinciale per Vibo Marina, per poi tornare al punto di partenza. Mentre l'altro mezzo si dirigerà in direzione della Marinella, toccando i vari villaggi turistici presenti sulla costa fino al Club Med, per poi tornare al capolinea su via Nazionale.
L'orario del servizio sarà dalle 9.30 all'1.15, oltre un'ora in più rispetto allo scorso anno, quando l'ultima corsa era fissata a mezzanotte.
«La navetta gratuita ha molteplici obiettivi - ha concluso Callipo - che non si esauriscono nell'offrire un semplice servizio di trasporto pubblico, ma si riverberano positivamente anche sull'accoglienza turistica, sulla decongestione del traffico cittadino, ma soprattutto sull'opportunità per gli ospiti dei grandi villaggi situati nelle zone più periferiche di raggiungere il centro storico, per visitare la città, frequentare bar e ristoranti, nonché fare i propri acquisti negli esercizi commerciali presenti nel nucleo urbano più antico. Da sempre, infatti, l'isolamento delle strutture ricettive più grandi ha rappresentato un limite per l'indotto turistico di Pizzo. Con questo servizio puntiamo, dunque, anche a incrementare il numero di visitatori nel centro storico, dando loro una possibilità di spostamento che prima non esisteva, salvo ricorrere a servizi privati e a pagamento».

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti