Lavori pubblici, il Comune di Pizzo sta completando il Centro di aggregazione giovanile iniziato nel 2006 e mai portato a termine

Dopo quasi dieci anni, il centro di aggregazione giovanile in Località Sant'Antonio sarà finalmente completato e reso fruibile. È questo l'obiettivo dei lavori promossi dal Comune di Pizzo e finanziati con economie di bilancio per un importo di circa 130mila euro. Oggi, nel cantiere già attivo da un paio di settimane, hanno effettuato un sopralluogo il sindaco Gianluca Callipo e l'assessore ai Lavori pubblici Maria Pascale, per verificare l'andamento dell'intervento, che dovrebbe concludersi entro il prossimo mese di maggio. Palese la soddisfazione degli amministratori per essere riusciti a sbloccare quest'opera incompiuta, iniziata nel 2006 e mai completata per una serie di vicende amministrative e burocratiche che determinarono la rescissione del vecchio contratto con la ditta che a suo tempo si aggiudicò i lavori. La scarsità di risorse ha fatto il resto, lasciando che sulla vicenda calasse il silenzio. Intanto, però, l'edificio già parzialmente realizzato (700 metri quadri) e le aree esterne (4mila metri quadri) sono inevitabilmente caduti preda del degrado Una situazione che l'Amministrazione Callipo ha deciso di risolvere, reperendo le risorse necessarie e avviando una nuova procedura di appalto.
Una volta completato, parte dell'immobile, che è dotato anche di un auditorium, sarà affidato alla Banda musicale e Orchestra di fiati Città di Pizzo, che da anni opera con ottimi risultati, tanto da essere diventata recentemente scuola di formazione di base, in collaborazione con il Conservatorio Torrefranca di Vibo Valentia.
«La struttura sarà comunque a disposizione della città per iniziative culturali e aggregative - ha assicurato il sindaco -, arricchendo così la dotazione infrastrutturale di Pizzo e fornendo una valida alternativa per manifestazioni pubbliche, convegni e appuntamenti congressuali. L'idea è quella di affidare la struttura alle associazioni che ne faranno richiesta, sulla base di apposite convenzioni, sollevando così il Comune dai costi di gestione».
Il completamento dell'edificio principale, a cui sono finalizzati i lavori in corso, è soltanto il primo passo verso la riqualificazione dell'intera area su cui sorge il centro.
«Stiamo già lavorando per individuare le risorse necessarie alla realizzazione delle aree esterne - ha spiegato l'assessore Pascale -. Occorre, infatti, anche asfaltare la strada di accesso e pavimentare il grande piazzale antistante l'ingresso, che oltre a svolgere la funzione di parcheggio, può, in determinate occasioni, ospitare concerti e manifestazioni all'aperto».

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti