Il sindaco Callipo interviene sulla questione viabilità: "Massimo sforzo con le risorse a disposizione, stiamo programmando interventi risolutivi"

«Prima di essere il sindaco di Pizzo sono innanzitutto un cittadino che vive e lavora in questa città e come tutti mi confronto quotidianamente con le sue problematiche maggiori, come la viabilità. So bene che in alcuni frangenti di particolare congestione, determinati dal maggiore afflusso di traffico tipico del periodo estivo, la situazione non è stata sempre ottimale, ma come amministrazione stiamo facendo il possibile per incidere radicalmente in questo settore, gettando le basi per un cambiamento che prima di tutto è culturale e attiene al senso civico di ognuno di noi».
Gianluca Callipo commenta le recenti considerazioni sul tema della viabilità apparse sulla stampa locale, sottolineando il lavoro svolto dal Comune.
«Nonostante le difficoltà, le cose stanno migliorando, ma occorrono tempo e risorse perché il cambiamento sia definitivo e consolidato - spiega Callipo -. Ad appena tre mesi di distanza dal nostro insediamento alla guida del Comune, siamo stati costretti a affrontare l’emergenza traffico potendo contare su appena tre agenti di polizia municipale. Essendo quello di Pizzo un ente strutturalmente deficitario, una volta alla guida del Comune non abbiamo avuto la possibilità di stipulare contratti a tempo determinato per incrementare il corpo di polizia municipale, anche se i pochi agenti in servizio si sono prodigati con abnegazione, riuscendo a garantire con grande professionalità tutti i servizi essenziali ed evitando il blocco della viabilità anche in concomitanza con particolari eventi che hanno richiamato migliaia visitatori nel centro storico. Stiamo lavorando per uscire dalla situazione di deficit finanziario, cosa che contiamo di fare entro i prossimi mesi, dopodiché potremo avviare l’iter per nuove assunzioni di vigili urbani, affinché si possa così sopperire ai pensionamenti degli ultimi anni e adeguare il numero di unità operative alle esigenza della nostra città».
Intanto, il primo cittadino sottolinea con gratitudine il lavoro svolto dagli operatori in servizio, impegnati spesso a fronteggiare situazioni molto complesse. A dimostrazione di ciò Callipo cita un dato estremamente significativo, che conferma il giro di vite del Comune in materia di repressione delle infrazioni: dall'8 maggio 2012, cioè all'indomani delle elezioni, fino al 18 agosto, la polizia municipale ha elevato 600 verbali di contravvenzione, a fronte dei 225 registrati dal 1° gennaio al 7 maggio.
«Prezioso è stato anche l’apporto offerto dai lavoratori Lsu e dai volontari della Protezione civile - continua Callipo -, che hanno assicurato un ausilio importante. Non dimentichiamo, poi, che i compiti della polizia municipale non si esauriscono nel controllo del traffico, nella prevenzione delle infrazioni al Codice della strada e nella loro repressione, ma vanno ben oltre, comprendendo attività che riguardano più in generale la tutela dell’ordine e della salute pubblica. Gli agenti di Pizzo, infatti, sono stati impegnati anche in controlli ambientali, nella verifica del rispetto dei regolamenti in materia di emissioni acustiche e nella lotta all’abusivismo edilizio, che ha consentito il sequestro di alcune aree illegittimamente occupate su terreno demaniale e l’avvio delle procedure per l’abbattimento di costruzioni fuorilegge».
Una precisazione, quella del sindaco, focalizzata dunque soprattutto sulla difesa del lavoro svolto dai pochi agenti in servizio, ma anche un’occasione per ricordare alcuni aspetti programmatici relativi al settore della viabilità.
«I suggerimenti sono sempre bene accolti, perché sin dall’inizio abbiamo impostato la nostra attività sulla massima partecipazione, come dimostra il dialogo costante tra l’intera giunta ed i cittadini su ogni aspetto della gestione amministrativa. Invito però a essere pazienti - conclude Callipo -, perché le soluzioni definitive alle maggiori criticità non possono che essere il risultato finale di un programma che abbiamo avviato e che sarà realizzato per intero. A questo proposito voglio ricordare che stiamo portando avanti l’istituzione della Zona a traffico limitato in alcune aree del centro storico, l’allestimento di una rete di video sorveglianza, stiamo programmando l’accesso e la relativa possibilità di parcheggio per i soli residenti in alcune aree specifiche, la futura gestione diretta da parte del Comune della sosta a pagamento, una nuova e più efficace segnaletica stradale. Inoltre, entro breve realizzeremo alcune rotatorie lungo via Nazionale per decongestionare i bivi e rendere più sicura la viabilità. Il progetto della prima rotatoria, che sarà costruita in prossimità della villa comunale, è già stato inviato all'Anas per il nulla osta definitivo. Interventi che, sommati al completamento della bretella provinciale sulla SS 18, cambieranno volto alla viabilità napitina».

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti