Lavori pubblici, nuovo intervento di riqualificazione nel centro storico di Pizzo: domani il via ai lavori nella discesa della Seggiola

La strada della Seggiola oggi
Anche la discesa della Seggiola si appresta a essere riqualificata. A darne notizia è il sindaco di Pizzo, Gianluca Callipo, che ha comunicato l'avvio dei lavori, che per circa due mesi impediranno il transito e la sosta lungo la caratteristica strada che dal centro storico, in prossimità della chiesa dell'Immacolata, conduce fino all'antico borgo dei pescatori e alla spiaggia della Seggiola.
L'intervento, che avrà inizio domani, sarà effettuato nell'ambito dei lavori del Contratto di quartiere, che al momento sono in fase di completamento nel rione Carmine, dove, oltre alla ripavimentazione di via Chaiaravalloti e dei vicoli limitrofi, sta prendendo forma definitiva la nuova piazza sorta al posto dell'ex Padiglione.
La nuova opera è stata definita grazie al lavoro svolto dall'assessore ai Lavori pubblici, Maria Pascale e dal consigliere delegato Raffaele Pulitano, che sono riusciti a ottimizzare la tempistica, inserendo questo intervento tra quelli più urgenti, con particolare attenzione alla viabilità e alla sicurezza dei pedoni, considerando che l'area in questione è tra le più degradate del centro storico.
La pavimentazione, attualmente fatiscente e rattoppata in più punti, sarà realizzata ex novo con basole in pietra lavica, intervallate ogni tre metri da una striscia orizzontale formata da tasselli di arenaria. Una scelta estetica che vuole richiamare i colori caldi della roccia tufacea, tipica della Seggiola.
«I lavori - ha spiegato nel dettaglio l'assessore Pascale - riguardano anche le infrastrutture di servizio sotto il manto stradale. In particolare, verranno realizzate le condutture fognarie e quelle per la raccolta delle acque bianche. Inoltre, provvederemo anche alla posa dei cavodotti e alla realizzazione delle strutture di allaccio per la corrente elettrica. In questo modo, in futuro, sarà possibile promuovere un nuovo progetto che preveda l'istallazione di nuovi lampioni per l'illuminazione pubblica, senza essere costretti a lavori più invasivi».
Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Callipo, che ha sottolineato l'importanza di intervenire sulla riqualificazione di questa strada, in un'ottica di recupero di una delle zone più belle e caratteristiche di Pizzo, per troppo tempo lasciata nel degrado.
Purtroppo, però, rimane il problema della darsena sotto la scogliera, una vecchia opera incompiuta che attualmente non consente né l'accesso alla Grotta azzurra, visto che ricade in zona R4, quindi ad alto rischio idrogeologico, né può essere utilizzata come porticciolo. Un vero cruccio per i cittadini di Pizzo, come sottolinea lo stesso Callipo: «L'intero importo disponibile, pari a circa un milione e mezzo di euro, fu sprecato dall'Amministrazione del tempo per realizzare quest'ennesima incompiuta. Oggi la soluzione più semplice e relativamente meno onerosa potrebbe essere la realizzazione di un prolungamento del lungomare della Marina mediante la pavimentazione dell'intera area e la contestuale messa in sicurezza attraverso l'ampliamento della scogliera frangiflutti. Progetto che richiede però una spesa di alcuni milioni di euro che ovviamente non sono attualmente nella disponibilità del Comune. Per questo ci siamo attivati per cercare di reperirli mediante un apposito finanziamento, magari attraverso la nuova programmazione di fondi comunitari della Regione Calabria».



Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti