A Pizzo finanziamento di 300mila euro per ammodernare e rendere antisismico il Municipio che è sede del Centro operativo misto

La giunta guidata dal sindaco Gianluca Callipo ha approvato il progetto esecutivo e definitivo per l'adeguamento antisismico del Centro operativo misto (Com) numero 5 della provincia di Vibo Valentia, che ha sede proprio a Pizzo ed è localizzato nell'edificio che ospita gli uffici comunali. L'importante intervento, per un investimento complessivo di 300mila euro, consentirà di riammodernare la sede comunale, rendendola più sicura, con particolare attenzione al rispetto dei parametri di antisismicità, proprio in considerazione delle funzioni di coordinamento da espletare in caso di calamità naturali.
Il Com, infatti, è una struttura intercomunale della Protezione civile - in questo caso formata da Pizzo, Capistrano, Filadelfia, Filogaso, Francavilla Angitola, Maierato, Monterosso, Polia e San Nicola da Crissa - destinata a svolgere attività direttiva e di supporto in caso di eventi catastrofici. Uno strumento indispensabile, quindi, per affrontare le eventuali emergenze e gestire in maniera ottimale le fasi più critiche in caso di eventi di particolare gravità come terremoti e alluvioni.
Proprio nella volontà di rafforzare la capacità operativa della sede comunale, l'Amministrazione napitina aderì con successo all'avviso pubblico emanato nel 2013 dal capo dipartimento regionale della Protezione civile, con l'obiettivo di stanziare una serie di fondi finalizzati al miglioramento infrastrutturale di Centri operativi misti in Calabria. «Siamo orgogliosi di essere riusciti a ottenere questo nuovo finanziamento di ben 300mila euro, l'ennesimo attivato da questa amministrazione, grazie a un progetto completo e puntuale che ha avuto subito riscontro positivo da parte della Regione - ha sottolineato Callipo -. Questo grazie all'eccellente lavoro svolto dall'assessore ai Lavori pubblici e al proficuo clima di collaborazione che siamo riusciti a instaurare con le istituzioni sovracomunali, a cominciare proprio dalla Regione. Nelle prossime settimane la Stazione unica appaltante pubblicherà il bando di gara e si potrà così procedere ad assegnare i lavori nei tempi previsti dalla procedura».
Soddisfazione è stata espressa dall'assessore Maria Pascale, che, entrando nei dettagli del progetto, ha spiegato come l'intervento consentirà anche di ammodernare indirettamente la sede comunale. «Ad esempio, oltre ai lavori strutturali che miglioreranno la staticità dell'edificio - ha sottolineato l'assessore ai Lavori pubblici - si interverrà anche sugli esterni, con il rifacimento degli intonaci e dei cornicioni».
Con l'adeguamento infrastrutturale della sede comunale, va al suo posto un altro importante tassello nel settore della prevenzione per la salvaguardia dell'incolumità pubblica, obiettivo perseguito dall'Amministrazione Callipo anche con l'approvazione, due anni fa, del Piano comunale di Protezione civile, che ha sostituito quello vecchio e ormai superato, risalente al 2006.

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti