Politiche sociali, il Comune di Pizzo attiva 3 progetti per 18 giovani impegnati nel servizio civile: domande entro il 26 giugno

Tre progetti per 18 giovani. È quanto accade a Pizzo, dove il Comune, in collaborazione con il Centro studi Futura, ha partecipato con successo al bando nazionale per l’assegnazione e il finanziamento di programmi che coinvolgono giovani tra i 18 e i 29 anni impegnati nel servizio civile. A darne notizia sono il sindaco Gianluca Callipo e l’assessore alla Cultura Cristina Mazzei, che invitano tutti gli interessati a partecipare, presentando domanda entro il termine del 26 giugno.
Salvaguardia dell’ambiente, sviluppo delle politiche turistiche ed educazione alla legalità sono le tematiche portanti dei tre progetti, intitolati ad altrettante figure storiche di straordinario rilievo per il nostro Paese. In particolare, il progetto dedicato a San Francesco si prefigge di aumentare la consapevolezza tra i cittadini della fondamentale importanza che riveste la difesa dell’ambiente, mediante il loro coinvolgimento in diverse iniziative come un ciclo di incontri pubblici e attività di informazione che verrà svolta anche attraverso la rete di sportelli informativi che saranno attivati nelle sedi di attuazione. Il secondo progetto, dedicato a Giuseppe Saragat, si propone di favorire lo sviluppo delle politiche turistiche e culturali, attraverso il coinvolgimento di tutti gli attori pubblici e privati coinvolti nel comparto, utilizzando la leva di importanti eventi culturali organizzati ad hoc e focalizzati sulle finalità perseguite. Infine, il terzo progetto, dedicato a Paolo Borsellino, ha come obiettivo primario l’istituzione di presidi di cittadinanza attiva e di legalità, che possano promuovere momenti di aggregazione giovanile finalizzati a sviluppare il senso di appartenenza alla società civile intesa prima di tutto come bene comune da difendere con il proprio impegno.
«Si tratta di un’importante opportunità per i nostri giovani - ha sottolineato l’assessore Mazzei - perché i partecipanti avranno la possibilità di operare in ambiti di grande valenza formativa, contribuendo in prima persona alla crescita della propria Città e della propria comunità. Ecco perché invito chi è interessato a non lasciarsi sfuggire questa occasione, presentando in tempo la domanda».
I moduli, le modalità di presentazione delle istanze e la descrizione dettagliata dei singoli progetti sono reperibili dal sito del Centro studi Futura o direttamente dall’Albo pretorio del Comune.

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti