Politiche sociali, prorogati al 21 maggio i termini del bando che eroga contributi fino a 300 euro per pagare le bollette del gas

Prorogati fino al 21 maggio i termini del bando comunale di Pizzo che consente di fruire di un contributo economico fino a un massimo di 300 euro per pagare le bollette del gas.
A darne notizia è l’assessore alle Politiche sociali Cristina Mazzei, che ha comunicato gli esiti del bando sino alla data di chiusura originaria, fissata per lunedì 4 maggio: 35 le domande pervenute sinora, su un totale di 28mila euro disponibili.
«Conti alla mano, dunque, ci sono risorse residue che consentono di riaprire i termini - ha spiegato Mazzei -, per dare la possibilità ad altri cittadini di partecipare, qualora non abbiano colto l'occasione la prima volta. In questo modo il Comune cerca di andare incontro alle famiglie che vivono situazioni di disagio economico, offrendo una nuova chance».
L'erogazione dei contributi in questione è possibile grazie al Fondo di solidarietà istituito dal Comune con il canone per l'occupazione di suolo pubblico corrisposto dalla società concessionaria che si occupa della distribuzione di gas per uso domestico. Il pagamento del canone ha determinato, con riferimento all’anno 2014, un gettito di circa 34mila euro. Di questi, 28mila sono stati destinati da Palazzo San Giorgio a favore dei nuclei familiari a basso reddito che hanno difficoltà a pagare le bollette del gas; mentre i restanti 6mila euro verranno utilizzati dal Comune per interventi sociali di emergenza e per sostenere le spese funerarie nei casi di decesso di persone indigenti o sole.


Possono partecipare al bando i cittadini residenti nel Comune di Pizzo, anche extracomunitari ma con regolare permesso di soggiorno, che abbiano un Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) non superiore a 7.500 euro, con riferimento ai redditi percepiti nel 2013. In ogni caso, avranno diritto al contributo, fino a un massimo di 300 euro, soltanto coloro che sono in grado di documentare pagamenti già effettuati o da effettuarsi in quanto morosi, per bollette riferite a tutto il 2014.
Le domande dovranno essere compilate utilizzando l’apposito modello (disponibile in Comune o scaricabile dal sito internet) e presentate all'Ufficio protocollo entro il prossimo 21 maggio, cioè il nuovo termine di chiusura. Una volta ottenuto il contributo, questo dovrà essere usato obbligatoriamente per pagare il consumo di gas, nel caso di utenti morosi, mentre per chi ha già pagato, l’aiuto verrà utilizzato in compensazione per le bollette dell’acqua o per il pagamento dei tributi locali.

Commenti

Post popolari in questo blog

Scuola, promosso a Pizzo un progetto di educazione allo sport che coinvolge gli alunnni di tutte classi sino alla quinta elementare

I dirigenti di Poste italiane incontrano Callipo e assicurano: «Basti ritardi nella consegna, ora le cose funzioneranno». Primi risultati

Lavori pubblici, altre strade nel programma di ammodernamento: questo mese interventi anche per via delle Grazie e via Naviganti